In SalaPrimo Piano

“Mare of Easttown”, la serie con Kate Winslet conquista gli spettatori

Le recensioni sulla nuova serie targata HBO sono già molto positive

Dopo Mildred Pierce, Kate Winslet è tornata a ricoprire un ruolo televisivo prodotto da HBO. Stiamo parlando della serie statunitense “Mare of Easttown” che ha appena debuttato negli States, ideata dal regista Brad Ingelsby. La serie in questione è in grado di unire un dramma familiare al genere criminale. Potremmo per questo dire che le puntate che vedono la protagonista del Titanic all’opera seguono la scia di “The Undoing”. Anche in questo caso una donna, Mare Sheehan si troverà coinvolta in un caso di cronaca nera in una cittadina della Pennsylvania.

“Mare of Easttown” raccoglie già oggi, a pochi giorni dall’uscita, numerose recensioni positive. Al fianco della talentuosissima Kate Winslet recitano altri attori noti della tv americana: Guy Pearce, Evan Peters, Julianne Nicholson. Se il secondo ha avuto un ruolo di spicco all’interno di American Horror Story, la Nicholson ha recitato per più di ventiquattro puntate nella nota serie televisiva “Law & Order: Criminal Intent“.

Un’attrice da Oscar in una serie tv

Come dicevamo, “Mare of Easttown” ha una trama cupa e sempre più drammatica. Mare Sheehan (Kate Winslet) deve infatti affrontare un completo stravolgimento della propria vita: l’omicidio commesso nella cittadina cambierà per sempre la sua esistenza. La Winslet interpreta inoltre una celebrità del basket ormai in pensione. È proprio questa sua fama a rendere la donna protagonista al centro dell’attenzione dei concittadini e del Paese tutto. La precarietà della sua vita “pubblica” viene quindi affiancata da un deterioramento della sfera privata, anche grazie alla complicata relazione con l’ex marito.

Gli sceneggiatori della serie hanno puntato a rendere l’ironia un punto chiave dei dialoghi tra i personaggi. In questo periodo storico infatti una serie cupa drammatica come “Mare of Easttown” avrebbe infatti raccolto più critiche che recensioni positive. Battute ironiche, esilaranti e di certo aspre accompagnano infatti tutti gli episodi della serie.

 

LEGGI ANCHE: L’amica geniale 3, Daniele Luchetti alla regia: “Più libertà per gli attori principali”

Back to top button
Privacy